Fleabag – Recensione

 

Risultati immagini per FLEABAG

Fleabag è una serie televisiva britannica scritta e interpretata da   Phoebe Waller-Bridge, adattamento dell’omonima commedia teatrale , attualmente presente nel catalogo di Prime Video.

Fuori dagli schemi, elettrizzante, bizzarra e brillante sono solo alcuni degli aggettivi adatti a questa miniserie  da sei puntate, con protagonista appunto “Fleabag ” di cui non sapremo mai il nome , né quello di alcuni degli altri personaggi della serie presentati semplicemente come “papà” o “madrina“.

 

La storia narra le vicende di una ventenne londinese dalla sessualità promiscua e dal carattere sfacciato, in bilico tra euforia e solitudine, raccontata con leggerezza e sarcasmo nasconde un animo struggente  dall’amaro in bocca;  eccellente sceneggiatura capace di far convivere contemporaneamente sentimenti contrastanti della commedia nera.

Fleabag ci parlerà  esplicitamente in ogni episodio, tra menzogne, furti, alcol e umiliazioni,  esprimendo il proprio disappunto e disprezzo per gli altri protagonisti senza mezze misure,  la sua personalità travolgente vi entrerà dentro e finirete per amarla.

Risultati immagini per FLEABAGRisultati immagini per FLEABAGImmagine correlata

Risultati immagini per FLEABAG

Risultati immagini per FLEABAG

Serie tv con stile e sostanza da vedere assolutamente, recitata molto bene dagli attori del cast, tra cui  anche Olivia Colman di Broadchurch.

Voto 5/5

 

 

Goliath – Recensione

Risultati immagini per goliath serie tv

Goliath è una serie televisiva statunitense composta da otto episodi prodotta nel 2016 ed in onda da febbraio 2017 su Amazon Video.

Si tratta di un Legal drama dal ritmo lento e riflessivo per cui se vi aspettate continui colpi di scena e adrenalina vi anticipo che non sarà una serie adatta a voi.

Il prodotto in sé non è  perfetto ma  si trova in bilico tra punti a favore e arie di miglioramento, ma partiamo dai punti a favore:

  • primo fra tutti il protagonista principale, unico e impareggiabile   Billy Bob Thornton, attore incredibile come sempre domatore della scena e motivo principale per cui guardare la serie; lo accompagnano con ulteriore padronanza il premio oscar  William Hurt, Molly Parker , Maria Bello, Harold Perrineau e Tania Raymond
  • la serie si  basa su una forte scrittura di dialoghi parte primaria delle puntante, curatissima nei dettagli  che permette un’ottima caratterizzazione dei personaggi
  • colonna sonora molto bella e a tratti contraddittoria negli stili , ho adorato la sigla iniziale che sintetizza appieno il tema della trama.

Punti dolenti:

  • la trama per nulla originale,   l’avvocato Billy McBride (Billy Bob Thornton)  un tempo rinomato legale e fondatore dello studio Cooperman & McBride viene contattato dalla sorella di un uomo, il signor Larson, morto apparentemente suicida, con la richiesta di rivedere il caso perché celerebbe in realtà un omicidio il cui mandante sarebbe la Borns Technology.  Per cui abbiamo un cittadino che sfida la potente multinazionale in cerca di giustizia, Davide contro Golia come dichiarato dal titolo stesso della serie , il singolo contro la potenza imbattile. Nulla di nuovo, la solita storia di riscatto del debole individuo.
  • Donald Cooperman (William Hurt) antagonista di McBride   è sfigurato da gravi ustioni sul viso e  vive rinchiuso al buio nel proprio studio , figura secondo me al limite del macchiettistico a tratti quasi fumettistico. Poco vicino alla realtà e troppo distante dal resto dei personaggi, sprofondato nel cliché del cattivone  visto e rivisto.
  • La storia dei personaggi rimane per tutto il percorso poco approfondita, durante le puntante  e sopratutto nei momenti di confronto fra i vari attori emerge la necessità di una conoscenza maggiore del loro passato e del motivo che li ha resi ad oggi  imperfetti, nel caso di McBride addirittura ai limiti dell’autodistruzione, sarà forse approfondito nella seconda stagione? Chi lo sa…

Immagine correlata

Risultati immagini per goliath series

Immagine correlata

Risultati immagini per goliath series

Nonostante i vari punti di discussione, il cast e  in particolare Billy Bob Thornton alzano nettamente il livello del prodotto rendendolo meritevole di essere guardato, dopo la visione devo dire che   lo stile narrativo riflessivointimista  personalmente non mi ha delusa.

 

Voto 3.7/5